domenica 11 ottobre 2020

gli "insospettabili fragili"

Siamo tutti forti, a prescindere. Finchè ci accorgiamo di quanto siamo deboli.



questo vale in molti campi della sfera fisica e psichica ma in questo caso, mi soffermerò sulla evidenza, che, INSOSPETTABILMENTE, il nostro sistema immunitario non è così forte come spesso diamo per scontato.

O meglio, lui non solo è potenzialmente forte, ma nella sua complessità è impeccabile! Questo, quando "lo lasciamo fare". Ma il nostro stile di vita quotidiano, comprensivo di quello alimentare, della modalità di stressarci ed emozionarci, di riposare, e di abitudini farmacologiche condizionanti, rende in realtà assai probabile che la maggior parte delle persone che vediamo intorno a noi quando camminiamo siano, di fatto, FRAGILI DAL PUNTO DI VISTA IMMUNITARIO.

Questa spiega non solo il perchè del numero sempre più o meno elevato o costante di contagi (che comunque non dovrebbe far paura perchè non si tratta di MALATTIA ma solo di "presenza di virus" e quindi di reclutamento del sistema immunitario di quell'organismo per combatterlo), ma soprattutto il motivo della grave sindrome polmonare o del decesso di quel nostro vicino di casa che " guarda, sembrava in salute o  non aver assolutamente alcun problema, e invece era insospettabilmente molto fragile".


Gli "Insospettabili fragili " del sistema immunitario sono coloro che:

1. hanno già in corso un ingaggiamento del Sistema immunitario perchè affetti da malattie croniche (in questo caso parte del sistema immunitario è impegnato su un altra via e risulta perciò inefficace nel momento del reclutamento per sconfiggere quel virus):

  • più grossolane: broncopneumopatie croniche, asma non controllato, cardiopatie, malattie tumorali
  • meno grossolane e a pochi conosciute: sindrome da reflusso gastro esofageo con laringite secondaria; faringiti croniche (anche da fumo) o sinusiti o bronchiti croniche; gastriti croniche e situazioni disbiotiche intestinali gravi e persistente associate a malattie croniche infiammatorie intestinali. Si è visto infatti che una porta di ingresso ( e di diffusione) del Covid 19 sono proprio queste mucose: più saranno integre e "pulite" da eventi infiammatori, più saranno resistenti all'attacco virale
  • assai poco conosciute come in primis il diabete (basta il rilievo di elevati e persistenti valori di HB glicata a definire lo stato infiammatorio cronico silente!!) e la sindrome metabolica: alcuni tipi di sovrappeso, come quello viscerale addominale e di obesità si associano ad uno stato infiammatorio cronico con precoce rialzo di insulina e/o cortisolo con secondari effetti sull'organismo in generale, su quello metabolico e vascolare, ormonale e su quello immunitario. 
2. hanno già in corso un ingaggiamento del Sistema immunitario in senso di già attivata cascata infiammatoria o citochinica: le citochine sono i messaggeri specifici per il reclutamento di questa o quella cellula del sistema immunitario. La loro attivazione a prescindere, o in modo continuativo senza che vi sia un innesco microbico (batterico, virale o parassitico) specifico (!), fa in modo che l'espressione infiammatoria una volta ingaggiata nuovamente (es di fronte a un virus Covid 19) avrà delle manifestazioni e conseguenze esponenziali (e virerà da semplice contagio a malattia, o da malattia a decesso, a prescindere che la dose infettante del virus sia alta o bassa!!). E'come spargere benzina sul fuoco!

E' il caso di:

  • tutte le malattie del metabolismo di cui sopra (diabete, sindrome metabolica)
  • situazioni infiammatorie croniche nascoste dall'uso incongruo di farmaci: paracetamolo 1000 mg per spegnere una febbre (in questo caso si spegne un sintomo potenzialmente salvifico nel debellare l'agente microbico come la febbre); anti infiammatori per spegnere un sintomo dolore (che molte volte ha origine infiammatoria viscerale e non somatica o articolare: in questo caso spegnere il sintomo non ci permette di andare all'origine del problema e fare la diagnosi di patologia infiammatoria sottostante, che quindi diventa cronica)
  • situazioni infiammatorie per la componente allergica del sistema immunitario (sarà spiegato meglio in altro post): orticaria cronica "sine causa", stati asmatici cronici ostruttivi (non allergici). In questi casi vi può essere un reclutamento del sistema immunitario allergico o delle vie respiratorie bronchiali, rispettivamente, su base emotiva
  • situazioni infiammatorie legate allo stile alimentare: non solo il "grossolano" e noto a tutti "cibo spazzatura", ma soprattutto i più nascosti alimenti troppo sofisticati o raffinati, e ricchi in sostanze infiammatorie rappresentano lo stimolo quotidiano ad una infiammazione cronica silente, sia per un effetto infiammatorio diretto del cibo, che per il suo stimolo di infiammazione del microbiota intestinale, o di altre vie di "accensione" del sistema immunitario (con produzione di citochine contro-producenti per la salute).

La maggior parte delle persone che vediamo camminare attorno a noi, come conseguenza della comodità di un modo di mangiare che risponda a ritmi troppo frenetici o situazioni di stress emotivo, perdono la capacità di prendersi cura di sè e porre la giusta attenzione sul proprio stato di salute (sensazione fisica, psichica e emotiva). 

Queste persone tendono ad accumulare peso a livello addominale, o a non percepire la sensazione di perenne gonfiore addominale e stanchezza fisica o rallentamento psichico associato, o a lasciar correre (magari nascondendoli con anti infiammatori) sintomi infiammatori dell'apparato respiratorio o digerente: perdono cioè la capacita di ascoltarsi e di percepirsi dando per scontato che questa (indipendentemente dall'età!) è la "normalità".

 Questo fa in modo che, a qualsiasi età (anche giovanile) il sistema immunitario sia perennemente impegnato senza che ci si accorga (perchè incapaci di ascoltarsi e appunto, di percepirsi) per poi risultare inefficace al momento opportuno (quando arriva un virus nuovo per esempio, che molto probabilmente non è tanto aggressivo, ma per il quale in quel momento non abbiamo difese efficaci, perchè impegnate in altro campo di battaglia).

Credo sia fondamentale che a tutti arrivi il messaggio che un adeguato stile di vita ha un impatto essenziale sul nostro sistema immunitario; e che l'efficacia di questo fa la differenza nel renderci sani o fragili.

come rinforzare le tue difese

 





Di seguito hai dei semplici suggerimenti con nome e cognome di prodotti che puoi utilizzare, a meno di tue eventuale sensibilità o allergie specifiche ai componenti, o al concomitante uso di farmaci che potrebbero non essere compatibili con quanto ti indico. Li puoi usare prima e dopo un evento conviviale (cena o pranzo di lavoro o festa/ evento come meeting o altro), o dopo aver scoperto che la persona, o il luogo che hai frequentato è risultato positivo al Covid19, o quando inizi un viaggio più o meno lungo (aereo, treni etc).

NB La modalità e personalizzazione del trattamento, come per tutti gli "integratori" va fatta seguendo i consigli del tuo medico specialista in medicina integrata o funzionale o preventiva e integrata, o del tuo farmacista di fiducia.

I prodotti da me consigliati di seguito, sotto la mia responsabilità  e senza alcun ritorno di sorta, rappresentano alcuni dei miei normali strumenti di terapia e prevenzione perchè affidabili e selezionati.


  • propoli spray (uno-due spruzzi in gola):  rinforza le difese locali e che quindi diventano sistemiche, soprattutto se parti con un pò di mal di gola o con sintomi come laringite da reflusso gastro-esofageo. Ricorda che ogni infezione locale di alcuni tratti in particolare dell'organismo (naso-gola, apparato digerente come stomaco e intestino) è una potenziale porta di ingresso dell'infezione da COVID 19 (e in generale anche di altri virus) che si è visto aver maggior affinità per le mucose di questi tratti, e allo stesso tempo possibile stimolo di diffusione della carica virale nel tuo organismo (ovvero il passaggio da semplice infezione-contagio a MALATTIA da Covid 19). Se hai mal di gola da reflusso o sindromi infiammatorie locali (gengiviti, parodontiti acute o croniche), puoi aiutarti anche facendo dei gargarismi poi da deglutire, di acqua e probiotici sciolti mirati (es: ERGIPHILUS PLUS, 2 CP). Questo aiuterà a "sedare"l'infiammazione locale (e chiudere la porta al virus)

  • EIE LIP VIT C (Adamah) (1 pipetta sotto la lingua mattina e sera) e EIE LIP vit D (Adamah) (1 pipetta sotto la lingua al giorno): sono note da molto tempo ma i recenti studi scientifici dimostrano la valenza IMMUNO-MODULANTE di vit C e vit D. Il consiglio è di assumere queste due vitamine (oltre che nel momento pandemico), per tutto il periodo prossimo (autunno-inverno), anche in associazione a quanto ti consiglio di seguito. 
  • VEGAN D3 (nutriva ): 20 gtt die, se vegani         

    • EIE LIP OX (Adamah): 1 pipetta sotto la lingua alla mattina. Ottima miscela di anti ossidanti e promotori enzimatici di detossificazione, rigenerazione tissutale, stimolo immuno-modulante e attivazione metabolica. Rappresenta un aiuto soprattuto se sei affaticato, o sotto pressione (fisica e psichica), se sei un fumatore, se tendi a infiammazioni croniche soprattutto dell'apparato respiratorio e intestinale (anche parassitario, microbico o disbiotico), se tendi ad appesantimenti digestivi epatici (steatosi, o periodo di abbuffate o eccessi alcoolici) o gastrici (gastrite Helicobacter positiva o negativa, reflusso gastro esofageo -in questo caso è necessaria anche altra terapia a scopo curativo-). La sua azione diviene sia immuno modulante (cioè nell'abbassamento dello stato di infiammazione) che immuno attivante (per rinforzo delle difese specifiche dell'immunità innata) per il contenuto in avocado, n-acetilcisteina e in precursore di glutatione

    • papaia fermentata (Immunage) normale o forte: 1 bustina al giorno per sette giorni vicino all'evento, e poi 1 bustina due-tre volte alla settimana per tutto il periodo autunno-inverno o all'occorrenza. E'noto lo stimolo immuno modulante e immuno attivante (per rinforzo delle difese specifiche dell'immunità innata) della papaia fermentata

    • Influel (Biogroup): 1 fl al mattino per i 7 gg vicino all'evento o a cicli per il periodo autunno inverno. I suoi contenuti in piante ad azione immuno stimolante (echinacea angustifoglia), adattogena (astragalo, rosa canina) e antiinfiammatoria (babtista, cannella, uncaria) lo rendono un valido strumento di aiuto in acuto e in cronico ciclico.

    • Defedril (Legren): 1 cp o 15 gtt tre volte al dì. I suoi contenuti in piante ad azione immuno stimolante (echinacea angustifoglia), adattogena (astragalo, rosa canina) e antiinfiammatoria  uncaria, rosa canina) lo rendono un valido strumento di aiuto in acuto e in cronico ciclico.
    Ricordati inoltre che ogni qual volta sei "stressato" per carico emotivo soprattutto di tipo negativistico (depressione, sconforto, rassegnazione, impotenza) o perchè affaticato (ritmi di lavoro eccessivi, privazione di sonno)  apri le porte al virus (in generale). Aiutati con 

    • piante mirate sugli stati d'animo (Tiglio, Valeriana, Lavanda, etc se eretismo nervoso/insonnia o biancospino per esempio, se eretismo vascolare-ritmico cardiaco) o prodotti complessi:


    -L72 della Lehing: 25-30 gtt s. lingua per sedare gli stati d'animo ossessivi-ansiosi, o per l'insonnia (fino a 40-50 gtt con un pò di acqua). Ricorda che la qualità del sonno è fondamentale sia per l'equilibrio emotivo , che ormonale che metabolico che immunitario.

    -EIE MELISSA (ADAMAH) 15 gtt s. lingua tre volte al dì; 

    • o con piante attogene (che aiutino cioè il tuo sistema ormonale  e immunitario a essere"forte" anche quando tu in realtà non lo sei, o sei già al limite (da assumere per tutto il tempo del sovraccarico): 
    -EIE WITHANIA (ADAMAH) 15 gtt s. lingua tre volte al dì
    -NUTRIWITHANIA (NUTRIVA) 2 c al mattino
    -FITORHODIOLA (Solgar) 1 c al mattino


                                Prossimo post: gli "insospettabili fragili"

    stop al contagio: basta poco

     






    Qualche semplice regola contro il pressapochismo negazionistico o incosciente e contro la informazione pseudo scientifica:


    • quando inviti a cena/pranzo amici o conoscenti di cui non sai i recenti spostamenti/contatti, mantieni una distanza quando parli, ridi e mangi
    • se prepari una cena o un pranzo a buffet fai in modo che tutto il cibo rimanga coperto e che ognuno si prenda la sua porzione, e non lasciare la roba a tavola. Dove si parla, ride e mangia...si sputacchia, potenzialmente contaminando il cibo che poi mangerai tu (questo accade per tutti i virus!!!)
    • se organizzi una festa chiedi ai tuoi invitati se hanno sintomi pseudo-influenzali (starnuti, tosse, mal di gola, senso di raffreddamento): non perchè possibili malati da malattia da Covid 19, ma perchè più FRAGILI e quindi potenzialmente più sensibili a contagi
    • se organizzi una festa chiedi ai partecipanti se sono stati in posti recentemente risultati focolai o a contatto con persone recentemente risultate positive a Covid 19
    • se entri in un posto chiuso e piccolo (ascensore, vano scale) usa la mascherina (o copri naso e bocca): anche se in quel momento non c'è nessuno non sai se prima di te c'era qualcuno che ha starnutito o tossito e che magari era "significativamente positivo" (ovvero possibilmente contagiante)
    • se vai in una situazione conviviale (per piacere o per lavoro: feste, meeting etc) premunisciti rinforzando, in questo periodo le tue difese: non sai infatti ci incontrerai
    • evita in questo periodo di andare a eventi conviviali/di lavoro se accusi sintomi pseudo-influenzali (mal di gola, naso chiuso-starnuti, tosse, o senso di raffreddamento), o se assumi terapie croniche immuno-sopressive, o se hai il diabete o la sindrome metabolica (sovrappeso addominale infiammatorio o alcuni tipi di obesità), o situazioni di infiammazioni croniche note alle vie respiratorie (Broncopneumopatia  cronica ostruttiva, asma mal controllata etc), o se hai sindromi "influenzali" intestinali (diarrea): queste situazioni infatti ti mettono nel novero degli "insospettabili" fragili, che dal punto di vista immunitario possono essere predisposti al viraggio da semplice infezione (CONTAGIO) a malattia da Covid 19
    • quando torni da una situazione conviviale in cui non sai gli spostamenti/contatti di chi era presente, evita di baciare/abbracciare/parlare troppo vicino (è inevitabile emettere particelle di saliva nel farlo) a parenti anziani, amici obesi o in sovrappeso o diabetici, o in terapie croniche (perchè se a te un eventuale contagio probabilmente non farà nulla se sei in buona salute, loro sono più FRAGILI e potrebbero AMMALARSI da malattia da Covid 19)
    Un tanto perchè di buon senso è molto povero il mondo, ma di effetto "bastian contrario" ne è ricco (soprattutto in Italia).

    E se è vero che il contagio NON VUOL DIRE MALATTIA, che il SISTEMA IMMUNITARIO DI OGNUNO FA LA DIFFERENZA nel sviluppare la malattia da Covid o meno, e che l'informazione pseudo scientifica che crea allarmismo è contro producente proprio per l'effetto bastian contrario e di terrorismo deprimente sia socialmente che immunologicamente, è anche vero che prima si finisce di parlare di CONTAGIO, prima riacquistiamo la nostra LIBERTA' ( e dignità di essere umano): di LAVORARE e di VIVERE.


    Prossimo post: aiuti efficaci nel rafforzare le tue difese, nell'immediatezza di un incontro


    giovedì 18 giugno 2020

    immuno-modulazione III webinar



    Corso GRATUITO di Aggiornamento Medico-Scientifico in modalità webinar
    LA NEUROINFIAMMAZIONE E L’INFIAMMAZIONE NEUROGENICA:
    DUE LATI DELLA STESSA MEDAGLIA DELL’INFIAMMAZIONE
    diretta online VENERDI' 19 GIUGNO 2020 dalle 17.00 alle 18.00
    sulla piattaforma GoToWebinar
    Relatore:Dott.ssa Monica Bossi 
    Medico Chirurgo, Specialista in Medicina Interna, Medicina Integrata, Ecologia e Omeopatia (specializzazioni universitarie), Nutrizione biologica e Nutraceutica, tutte branche mediche che si integrano perfettamente nel fine ultimo della prevenzione (nella gestione e interpretazione di sintomi o predisposizioni, prima ancora di malattia) e nella gestione delle più diverse patologie, di tutte le età. È docente del Corso di Gastroenterologia presso l’Osteopathic College di Trieste; è Docente nel Master Universitario di II livello, di Medicina dell’Università di Roma (San Raffaele) e Chieti, in Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia e Nutrizione Integrata. È autrice e coautrice di libri di Nutrizione e Medicina, di divulgazione comune e specialistica. Riceve a Milano, Trieste, Udine.
    Argomento: 
    Solo di recente abbiamo imparato che il sistema neurologico e il sistema immunitario non sono due sistemi separati e con azione individualista ma anzi in comunicazione dinamica continua.
    Le recenti conoscenze in ambito immunologico ci spiegano come le sentinelle dell’immunità innata sono capaci di orchestrare, attraverso l’espressione di particolari e specifiche citochine, una risposta difensiva o, distruttiva, verso il nemico, o verso noi stessi.
    Vedremo in questo webinar come la capacità del Sistema Nervoso di “sentire” l’infiammazione sistemica, e, viceversa, quella del sistema immunologico di “sentire” lo stato di stress o l’impegno neurologico, siano alla base di una comunicazione continua che costantemente condiziona la performance mentale cognitiva, la resilienza dell’asse dello stress, lo stato dell’umore e i comportamenti (compresi quelli alimentari). In un meccanismo vizioso alla base di una risposta che diventa ormonale, metabolica, dell’asse cervello-microbiota e conseguentemente di immunomodulazione continua.
    ISCRIZIONE
    Dopo aver effettuato l'accesso al link di iscrizione sarà necessario compilare tutte le informazioni richieste, successivamente seguirà mail di conferma. All'interno di quest'ultima troverà le istruzioni per poter partecipare al corso.
    Ricordiamo che il corso è a numero CHIUSO

    lunedì 1 giugno 2020

    immuno-modulazione: 2° webinar



    Non farti sfuggire l'occasione di far tesoro di questo momento di fragilità ...dell'essere umano e del nostro sistema immunitario:

    esploriamo dove è stato l'errore del nostro sistema di difese e individuiamone la causa.


    Da pochi anni è noto che ad innescare il fuoco dell’infiammazione cronica silente non è il sistema
    immunitario evoluto, quello dell’immunità adattativa, ma la sua parte atavica, di primordiale
    risposta: l’immunità innata. Come una brace che, da un lato, non riscalda come dovrebbe e, dall’altro,
    continua a consumare, lo stimolo infiammatorio cronico si dimostra essere nocivo per il nostro
    sistema immunitario, inducendo alterazioni funzionali e organiche in ogni nostro organo a partire
    dal cervello e dall’unità microbiota-mucosa intestinale. Vedremo che a concorrere enormemente
    allo stimolo infiammatorio sono questi stessi organi in un meccanismo vizioso paradossale, ma
    anche i sistemi di nobile e sottile comunicazione cellulare, biochimica, ormonale e citochinica: la
    matrice extra cellulare, il fegato.

    “INTERFERENTI CITOCHINICI” E AGING:
    L’INFIAMMAZIONE CRONICA SILENTE ALLA BASE DELLA CASCATA
    INFIAMMATORIA E CONSEGUENTE FRAGILITÀ DEL SISTEMA
    IMMUNITARIO VERSO I VIRUS E ALTRI AGENTI MICROBICI
    CORSO DI AGGIORNAMENTO MEDICO-SCIENTIFICO IN MODALITÀ WEBINAR.
    Rivolto ai Sigg. Medici, Odontoiatri, Biologi, Dietisti e Farmacisti che si terrà il giorno 5 giugno 2020,
    dalle ore 17.00 alle ore 18.00, sulla piattaforma GoToWebinar.


    MODALITÀ DI ISCRIZIONE:
    1- Accedere al link
    https://attendee.gotowebinar.com/register/4228122893575030800

    e compilare tutte le informazioni richieste, successivamente seguirà mail di conferma di iscrizione.
    2- La conferma di partecipazione sarà seguita da una mail contenente il link per accedere al corso nella modalità webinar.